Compagnia dell'Eclissi
 Compagnia dell'Eclissi

 | Compagnia dell'Eclissi | via G. De Caro, 47 - 84126 Salerno | tel 3476178242 - 3382041379 |

IL VIDEO DELLA SERATA FINALE

LA VINCITRICE

"Per avere interpretato compiutamente lo spirito e le finalità previste dal bando, proponendo un monologo in cui l’attrice-autrice esprime, con la sua interpretazione, una intensa forza comunicativa che coinvolge ed emoziona lo spettatore in un crescendo misurato di intensità.
Per essere riuscita a condensare, in un minuto, il vissuto di chi ha trovato la forza di riscattarsi da una situazione di oppressione – fisica o psicologica poco importa e declinabile in qualunque tipo di rapporto – e a dire un “no” consapevole e definitivo che si traduce, fisicamente, nella ritrovata capacità di respirare “profondamente, autenticamente”.
Per l’ambientazione del monologo in un “esterno” quotidiano e prosaico, efficace contrappunto a quegli “interni”, altrettanto quotidiani e prosaici, nei quali la violenza acquista con facilità una rilevanza continua e sistematica, vince il I concorso nazionale di performance online: Patrizia Miggiano con il video “NO”.

 

VENERDÌ 16 APRILE SARÀ RESO NOTO IL VINCITORE ASSOLUTO DEL CONCORSO.

TUTTI I VIDEO SONO VISIBILI SU QUESTA PAGINA

Viste le numerose sollecitazioni, considerata la peculiarità del concorso, la durata dei lavori iscritti e l'autorizzazione fornita dagli autori in fase di iscrizione, il C.O. aderisce alla richiesta di pubblicare i video che hanno partecipato al concorso.
La pubblicazione, sulla pagina dedicata di questo sito, avverrà a partire da venerdì 2 aprile iniziando dai video finalisti.
Buona visione.
 
VIDEO FINALISTI

MOTIVAZIONE

Per aver trasportato, sin dai primi istanti, lo spettatore in un luogo senza una reale definizione, stretto, angusto, apparentemente sicuro, che non lascia spazio a niente se non al flusso continuo di avvertimenti da parte dell’entità che lo abita. Perché questa urgenza? Cosa sta per accadere di così inevitabile? Nessuna risposta, solo un susseguirsi ansiogeno di informazioni che magnetizza l’attenzione di chi ascolta e guarda, preparando in qualche modo al più che prossimo salto nel vuoto. Doomsday è un breve viaggio in un luogo sospeso fra le dimensioni dell’esistenza, un luogo che non conosciamo, o che forse non pensiamo di conoscere. È una testimonianza troppo breve, bruscamente interrotta da una forza superiore, di un mondo in cui tutto ha una definizione precisa, ma in cui nessuno riesce a trovarne il senso. Il testo, finemente elaborato e ricco di spunti trasversali, viene proposto con un’interpretazione molto credibile, spontanea e autentica, il tutto portato avanti con una ripresa minimale e senza fronzoli. Doomsday è un concentrato di incertezza, sorpresa e respiro trattenuto.

MOTIVAZIONE

Un testo composto da quarantacinque consuete parole, che non hanno alcun bisogno di essere arricchite, poiché da sole costituiscono una più che bastevole testimonianza. Un filmato avvolto in un’atmosfera essenziale ma dolorosa, che nonostante ciò, riesce a restituire una profonda tenerezza al suo interlocutore. Un video raccontato con due soli pennarelli: il nero dell’oscurità e del freddo e il rosso del fuoco, del lavoro in fabbrica. Un interprete che parla con voce chiara, sporcata da una mancata dizione corretta che non fa che fortificare la semplicità del linguaggio, riuscendo a restituire una parvenza di primitivo calore in chi lo ascolta parlare. Per la tematica attuale e mai banale. Per l’ultimo sincero sorriso. Per aver raccontato con sapore di verità una emozionante storia in un solo piccolo minuto, “Ho freddo” di Michele Masullo viene segnalato come video finalista del I concorso di performance online “ASSOLOunMINUTO

MOTIVAZIONE

Per aver trattato con ironia e originalità il tema scottante della pandemia, affidando a un personaggio sempre vivo nell’immaginario collettivo quei sentimenti di frustrazione, angoscia e paura del futuro, mitigati dalla leggerezza che la maschera consente, in bilico tra la riflessione e il sorriso amaro.
Eccellente utilizzo del montaggio e della postproduzione, entrambi mai invadenti e a servizio dell’interpretazione, anch’essa molto convincente. Indovinata l’idea registica, sia teatrale che cinematografica; intensa la capacità di sintesi nella scrittura, che sposa appieno le finalità del concorso.

MOTIVAZIONE

Un minuto, per realizzare come basta un secondo per perdere la pazienza e per concludere che non basta una vita per dimenticare.

Un’alternanza di gesti, di toni e di ritmi che realizzano una sintesi, toccante ed efficace, del dramma che tante donne vivono senza trovare la forza di denunciarlo, di andarsene, come assuefatte al profumo dei fiori... I fiori del giorno dopo…

 

Per aver affrontato, con incisività, e nel pieno rispetto delle indicazioni del bando, un tema difficile e purtroppo sempre attuale quale quello della violenza sulle donne, “Ricordi quella volta?” di Matteo Maria Dragoni merita di essere annoverato tra i video finalisti della I edizione del concorso “ASSOLOunMINUTO”.

VIDEO ISCRITTI

Bando ASSOLOunMINUTO.pdf
Documento Adobe Acrobat [437.0 KB]

VIDEO FINALISTI (in ordine alfabetico)

 

"Nell’individuare la terna finalista, rivelatasi poi una cinquina, la giuria ha incontrato una notevole difficoltà, perché, per un motivo o per un altro, le proposte di questa prima edizione si sono rivelate non troppo distanti per qualità l’una dall’altra. Il livello medio è sembrato, nel complesso, davvero alto.   Molti sono stati i video ricchi di spunti interessanti e molti quelli apprezzabili per l’accuratezza della realizzazione e dell’impianto."

 

"Doomsday"

di Valerio Elia - Napoli
"Ho freddo"

di Michele Masullo - Olginate (LC)

"NO"

di Patrizia Miggiano  - Lecce

"Pullecenella mio"

di Enzo D'Arco  - Sala Consilina (SA)

"Ricordi quella volta?"

di Matteo Maria Dragoni - Roma

 

Ora la giuria dovrà scegliere, tra i cinque finalisti, il vincitore assoluto del concorso. 

 

Concorso “ASSOLOunMINUTO”

VIDEO ISCRITTI

(in ordine di iscrizione)

 

VIDEO numero 1  "Ma chi li ha inventati 'sti modi di dire?!" di Giuseppe Visconti
VIDEO numero 2  "Wedding virus" di Antonio Fortuna
VIDEO numero 3  "Ricordi quella volta?" di Matteo Maria Dragoni
VIDEO numero 4  "Fuori dalla capanna" di Luca Landi
VIDEO numero 5  "Sulla mia bicicletta" di Gerardo Russo
VIDEO numero 6  "Ho freddo" di Michele Masullo
VIDEO numero 7  "L'ingiustizia dell'amore" di Raffaele Milite 

VIDEO numero 8  "Doomsday" di Valerio Elia
VIDEO numero 9  "The golf mi sta stritt’ " di Manuel Mascolo
VIDEO numero 10 "Scintilla" di Giulia Marchetti
VIDEO numero 11 "Mattina" di Cinzia Mazzacurati
VIDEO numero 12 "Cuore nero" di Umberto Peroni
VIDEO numero 13 Adattamento da “Il folle” di  Kahlil Gibran di Stefania Morelli
VIDEO numero 14 "Fotosensibilità dispotica” di Alessandro Biffi Chiappucci
VIDEO numero 15 "scopa” di Alessia Novelli

VIDEO numero 16 "Agisci come se quel che fai facesse la differenza. (La fa)" di Gaia Perretta
VIDEO numero 17 "La torcia elettrica" di Fabio Granchi
VIDEO numero 18 "Mosso dal sentimento" di Antonio Takhim
VIDEO numero 19 "Dai diamanti non nasce niente"  di Dominique Barra

VIDEO numero 20 "Mai chiedermi chi sono" di Carmela Leone

VIDEO numero 21 "Confessione a un certo punto" di Matteo Nicodemo

VIDEO numero 22 "Verità vs Bugia" di Sabina Niceforo

VIDEO numero 23 "Eden" di Irene Baruffetti

VIDEO numero 24 "Pullecenella mio" di Enzo D'Arco

VIDEO numero 25 "2080" di Assunta Salerno

VIDEO numero 26 "Aspettami" di Marta Ghironi

VIDEO numero 27 “Il frulloDante” di Carlotta Grillini

VIDEO numero 28 “Manca qualcosa” di Claudio Amoroso

VIDEO numero 29 "NO" di Patrizia Miggiano

fondata il 3 novembre 2006

registrata il 7 novembre 2006

via Giuseppe De Caro, 47
84126 Salerno

C.F. 95105290654

P.I. 04457680652

CONTATTI TELEFONICI

347 6178242

338 2041379

089 254524

 

Responsabile

Enzo Tota

totaenzo@libero.it

IBAN Compagnia IT50M0837815201000000409084

Teatro Genovesi

Salerno

COMUNICATO

Alla luce delle nuove disposizioni dettate dall'ultimo DPCM e in vigore da oggi, lunedì 26 ottobre 2020, il Teatro Genovesi sospende tutte le attività A TEMPO INDETERMINATO!

Ovviamente siamo dispiaciuti ma non è possibile fare diversamente. Speriamo che questa nuova   interruzione dell'attività possa essere utile al contenimento della pandemia in atto.

Il 7 novembre 2019, il sito ha raggiunto le 100.000 visualizzazioni

Il 12esimo Festival Nazionale "Teatro XS" iniziato a febbraio 2020 presso il Teatro Genovesi di Salerno e bruscamente interrotto a marzo 2020, causa COVID 19, si è concluso, con soddisfazione di tutti, venerdì 23 luglio 2021 presso il Teatro dei Barbuti (all'aperto) secondo la nuova programmazione indicata in locandina.

Bando e Regolamento 12° Festival Teatro [...]
Documento Adobe Acrobat [201.0 KB]
La presentazione, in brochure, di Giulio Baffi (Presidente dell'Associazione Nazionale Critici di Teatro)

 APPUNTAMENTI

Sabato 16 ottobre 2021

5° Festival Nazionale di Teatro Città di Merate (LC)

Sabato 28 agosto 2021

Teatro Tognazzi

Velletri

Giovedì 29 luglio 2021

40° SIPARIO D'ORO

Circuito

Villa Lagarina

Parco Lasta

Venerdì 30 luglio 2021

40° SIPARIO D'ORO

Teatro Zandonai

Rovereto

18 ottobre 2020

Teatro Artemisio Volontè di Velletri

"L'acquario" di Claudio Grattacaso

Teatro Genovesi

via Principessa Sichelgaita, 12/A Salerno

   APPUNTAMENTI

Stagione 2020/2021

Domenica 25 ottobre, ore 19.00 

Ingresso solo con prenotazione obbligatoria

al 338 2041379

SOLO 30 POSTI DISPONIBILI

per il rigoroso rispetto delle norme anti Covid

 

Informazioni e prenotazioni al

338 2041379

347 6178242

 LEZIONE MAGISTRALE

Parole e musica, tradizioni e generi, timbri e registri diversi si rincorrono, si sovrappongono, infine si fondono nell’arte raffinata di Peppe Barra in una sintesi di rara incisività. Saldamente ancorato alle radici della memoria e al tempo stesso proiettato nei territori sfuggenti della modernità, l’interprete di una Napoli metatemporale dipana un lungo filo che dalla favola barocca di Gian Battista Basile e dalle filastrocche mnemoniche arriva fino ai suoni e agli umori del contemporaneo; gioca con perizia consumata, mai artificiosa, sul crinale sottile che divide il dramma dall’ironia, lo strazio dallo sberleffo grasso e trasgressivo, facendo leva sulle sue intatte qualità vocali, sulla sua accattivante e originale vis istrionica, con un gusto e una tecnica che di anno in anno si fanno più sofisticati e intriganti. 
Domenica scorsa Peppe Barra ha incantato i presenti con una deliziosa lezione in musica, non dissimile da quelle che impartisce agli studenti universitari da quando la “Federico II” gli ha conferito la laurea honoris causa in letteratura, scrittura e critica teatrale. Lo ha fatto con il consueto slancio, accompagnato da due musicisti di grande talento – Paolo Del Vecchio al mandolino e Luca Urciuoli al piano – per festeggiare Enzo Tota, che per il suo settantesimo compleanno ha voluto riunire gli amici al Teatro Genovesi, nello spazio in cui da oltre un decennio la Compagnia dell’Eclissi, da lui fondata, opera con impegno e passione. Tutti in piedi, dopo un’ora e venti di autentico godimento, ad applaudire il Maestro, poi a brindare. Una serata memorabile, che ha saputo emozionare e divertire nel segno di un artista intramontabile. 

(Marcello Andria)