Compagnia dell'Eclissi
 Compagnia dell'Eclissi

Teatro Genovesi

Salerno

fondata il 3 novembre 2006

registrata il 7 novembre 2006

via Giuseppe De Caro, 47
84126 Salerno

C.F. 95105290654

P.I. 04457680652

CONTATTI TELEFONICI

347 6178242

338 2041379

089 254524

 

Responsabile

Enzo Tota

totaenzo@libero.it

IBAN Compagnia IT50M0837815201000000409084

E' iniziata la campagna raccolta fondi per l'11° Festival Nazionale Teatro XS 2019 organizzato dalla Compagnia dell'Eclissi.

Chi desidera sostenere il

Festival Teatro XS 2019 può farlo  versando un contributo,  anche minimo (5€),

sul c.c. della Compagnia dell'Eclissi

IBAN IT50M0837815201000000409084

Oppure può telefonare al 3476178242 (Enzo Tota)

GRAZIE

Teatro Genovesi

via Principessa Sichelgaita, 12/A Salerno

PROSSIMI APPUNTAMENTI

domenica 11 novembre 2018, ore 21.00

Salerno Letteratura festival

Concerto/reading per Gilda Mignonette.

Con Alessio Arena, autore di "La notte non vuole venire"(Fandango Libri), voce narrante e cantante, accompagnato dai musicisti Arcangelo Caso e Giovanni Sanarico.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Sabato 24  e domenica 25 novembre  2018 

"Ensemble Malvarosa" 

Spettacolo musicale  

domenica 2 dicembre e domenica 9 dicembre 2018, ore 19.00

Altri appuntamenti

Teatro d'Europa 

Cesinali (AV)

27 e 28 ottobre 2018

"L'arte della commedia"

di Eduardo De Filippo

Associazione Campania Danza e musiké

Teatro Augusteo Salerno

domenica 4 novembre 2018

Teatro Cassero 

Castel San Pietro Terme (BO)

venerdì 9 novembre 2018

 

4°Festival Nazionale U.I.L.T.

Teatro Comunale

Catanzaro

sabato 17 novembre 2018

la Compagnia dell'Eclissi presenta

"La governante"

di Vitaliano Brancati

Auditorium Massimo Troisi 

Casalbuono (SA)

domenica 20 gennaio 2019

la Compagnia dell'Eclissi in

"O di uno o di nessuno"

di Luigi Pirandello

 LEZIONE MAGISTRALE

Parole e musica, tradizioni e generi, timbri e registri diversi si rincorrono, si sovrappongono, infine si fondono nell’arte raffinata di Peppe Barra in una sintesi di rara incisività. Saldamente ancorato alle radici della memoria e al tempo stesso proiettato nei territori sfuggenti della modernità, l’interprete di una Napoli metatemporale dipana un lungo filo che dalla favola barocca di Gian Battista Basile e dalle filastrocche mnemoniche arriva fino ai suoni e agli umori del contemporaneo; gioca con perizia consumata, mai artificiosa, sul crinale sottile che divide il dramma dall’ironia, lo strazio dallo sberleffo grasso e trasgressivo, facendo leva sulle sue intatte qualità vocali, sulla sua accattivante e originale vis istrionica, con un gusto e una tecnica che di anno in anno si fanno più sofisticati e intriganti. 
Domenica scorsa Peppe Barra ha incantato i presenti con una deliziosa lezione in musica, non dissimile da quelle che impartisce agli studenti universitari da quando la “Federico II” gli ha conferito la laurea honoris causa in letteratura, scrittura e critica teatrale. Lo ha fatto con il consueto slancio, accompagnato da due musicisti di grande talento – Paolo Del Vecchio al mandolino e Luca Urciuoli al piano – per festeggiare Enzo Tota, che per il suo settantesimo compleanno ha voluto riunire gli amici al Teatro Genovesi, nello spazio in cui da oltre un decennio la Compagnia dell’Eclissi, da lui fondata, opera con impegno e passione. Tutti in piedi, dopo un’ora e venti di autentico godimento, ad applaudire il Maestro, poi a brindare. Una serata memorabile, che ha saputo emozionare e divertire nel segno di un artista intramontabile. 

(Marcello Andria)